Happy Halloween

HAPPY HALLOWEEN HAPPY HALLOWEEN 2 HAPPY HALLOWEEN
 
 
HAPPY HALLOWEEN 3
Annunci

Adesso

Ma io ti chiedo adesso
di non negarmi quel che posso
avere da te
tu non puoi adesso,
sarebbe stato meglio se me l’avessi detto
 
 
Sarebbe stato meglio se mi avessi detto
che poi non mi invitavi più nel tuo letto
che è inutile baciarti, via il rossetto
mi tocca riallacciare il tuo reggipetto
se vuoi puoi ripensarci, c’è ancora un gancetto
non puoi fermarti adesso, io non l’ammetto
non puoi scambiar con me tutto questo affetto
mi spogli via la maglia e mi accarezzi il petto
così mi spezzi il cuore, mi tiri pazzo
mi giri e mi rigiri e mi rifili un pacco
ti rifili il top, mi dici ancora no
ti bacio ancora sul collo, non mollo
ma so che andrò ancora a vuoto.
 
 
io ti chiedo adesso
di non negarmi quel che posso
avere da te
sarebbe stato meglio se me l’avessi detto
che poi non mi invitavi più nel tuo letto
io ti chiedo adesso
di non negarmi quel che posso
avere da te
tu non puoi, e non puoi, non puoi…
 
 
Io ti chiedo adesso
non negarmi quello che ti chiedo di riflesso
quando mi guardo nel tuo specchio oltre il rosso
della visione oltre un limite nascosto
senza fermarsi più.
 
 
L’altra sera son passato da te
ho conosciuto le amiche che stanno in casa con te
abbiam parlato di me
abbiam parlato del più e del meno bevendo del tè
sulla terrazza col cielo di notte schiacciando zanzare
scacciando le pare,
facendo le gare sui sogni e le storie
ma ti guardavo e ti desideravo già sul serio
e i tuoi e la tua pelle erano i miei (sul serio)
e dopo qualche sera arriva questa sera
questa volta è seria,
pensavo a qualche cosetta chissà se s’avvera
ma tutto tranne che finiva in ‘sta maniera!
 
 
Sarebbe stato meglio se mi avessi detto
che poi non mi invitavi più nel tuo letto
che è inutile baciarti, via il rossetto
mi tocca riallacciare il tuo reggipetto
se vuoi puoi ripensarci, c’è ancora un gancetto
non puoi fermarti adesso, io non l’ammetto
non puoi scambiar con me tutto questo affetto
non puoi, non puoi…
 
 
Io ti chiedo adesso
non negarmi quello che ti chiedo di riflesso
quando mi guardo nel tuo specchio oltre il rosso
della visione oltre un limite nascosto
senza fermarsi più.
FISH

Sarà una vita che nn scrivo du cazzate sul blog cazzo!!!!
E visto che mi sono dilettata nel rinnovarlo un pò dovevo aggiungere per forza qualche cazzata anche qui…
VOGLIO L’ESTATE CAZZO!!!!
Qui si scende in piazza e a Salerno e ogni tabto al cinema…
il blog…
il blog…
il blog…
il blog…
il blog…
cos’è il blog?
termine blog è la contrazione del termine web-log, ovvero "traccia su rete". Il fenomeno ha iniziato a prendere piede nel 1997 in America; il 18 luglio 1997, è stato scelto come data di nascita simbolica del blog, riferendosi allo sviluppo, da parte dello statunitense Dave Winer del software che ne permette la pubblicazione (si parla di proto-blog), mentre il primo blog è stato effettivamente pubblicato il 23 dicembre dello stesso anno, grazie a Jorn Barger, un commerciante americano appassionato di caccia, che decise di aprire una propria pagina personale per condividere i risultati delle sue ricerche sul web riguardo al suo hobby.
Nel 2001 è divenuto di moda anche il Italia, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog.

Non è per me non è per te

Verso te come se la distanza scivolasse via
con le tue parole
sterile credere di sezionare ogni ricordo
una carezza su quello che è stato,
oggi la notte è fragile
come una lama dentro al costato:
non è per me, non è per te!
Guardami, guarda quello che non hai visto mai
e allora stringimi,
prendi quello che non hai avuto mai
verso te come se gli abbracci non durassero di più
il giorno di Natale
sterile di credere di non tradire ogni ricordo
una carezza su quello che è stato,
oggi la notte è fragile
come una spina dentro il costato:
non è per me, non è per te!
Guardami, guarda quello che non hai visto mai
e allora stringimi,
prendi quello che non hai avuto mai
come una spina dentro il costato:
non è per me, non è per te!
Verso te come se la distanza scivolasse via
con le tue parole
verso te come se gli abbracci non durassero più
il giorno di Natale.
VELVET

For Once In My Life (Murder/Miller)

For once in my life Ive got someone who needs me
Someone Ive needed so long
For once unafraid I can go where life leads me
And somehow I know Ill be strong
 
 
For once I can touch what my heart used to dream of
Long before I knew
Someone warm like you
Could make my dreams come true
 
 
For once in my life I wont let sorrow hurt me
Not like its hurt me before
For once Ive got someone I know wont desert me
And Im not alone anymore
 
 
For once I can say: this is mine you cant take it
As long as Ive got love I know I can make it
For once in My life Ive got someone who needs me